Didascalia N° 1

 

Beccapesci (Sterna sandvicensis) Classificazione Ordine Caradriformi, famiglia Laridi.

Caratteristiche Lungo sui 41 cm. la colorazione del piumag-gio è grigiastra superiormente e chiara inferiormente. Il becco è nero con la punta gialla, il vertice presenta un cappuccio nero con le penne che si sollevano a mo' di cresta se l'uccello è eccitato. Le zampe sono nere, e una piccola cresta. Nel giovane la fronte è quasi interamente nera; in inverno l'adulto ha tracce di bianco sulla fronte e sul vertice, rimanendo però sempre molto più nero in confronto alla Sterna zampenere, cui pure assomiglia. I soggetti immaturi hanno la coda meno forcuta degli adulti e a volte il becco non ha l'apice giallo, il che ne rende difficile l'identificazione rispetto alla Sterna zampenere. La coda è forcuta.

Diffusione Europa, Mar Nero, Mar Caspio, America setten­trionale.

Vita e abitudini Nidifica in colonie molto numerose su spiagge e isolette, e trova la maggioranza del cibo nel mare. Depone una sola covata, costituita generalmente da 2 uova, talvolta 1 raramente 3. ad intervalli di un paio di giorni. L'incu­bazione è compiuta da entrambi i genitori con la deposizione del secondo uovo e dura 20-24 giorni circa. I nidiacei, semi ni-difugi, sono allevati da entrambi i genitori, e volano all'età di circa 35 giorni. Il beccapesci si nutre prevalentemente di pesci e invertebrati (molluschi, anellidi).

 

Didascalia N° 2

Beccapesci

nome scientifico: Sterna sandvicensis

Taglia: 40-43 cm
peso: 350 grammi circa

I beccapesci si distinguono dalle sterne comuni per le dimensioni maggiori, il piumaggio più candido, la coda relativamente più corta, la cresta nera e il lungo becco dello stesso colore con la punta gialla. Nei giovani il becco è più corto e completamente nero. Il verso dei beccapesci è un caratteristico "ke-rrek".

Habitat naturale: I beccapesci svernano in Africa occidentale e fanno ritorno nei quartieri riproduttivi europei dalla fine di marzo in avanti. I luoghi che prediligono sono le coste, le isole sabbiose e le zone palustri.

Alimentazione: Si nutrono prevalentemente di pesci e piccoli invertebrati.

Riproduzione: Nidifica in colonie sul terreno presso l'acqua, il nido si presenta come una conca profonda con o senza materiale vegetale. Depone una sola covata di 2 uova incubate da entrambi i sessi, i piccoli sono allevati dalla coppia. I pulcini vengono nutriti con pesciolini catturati con spettacolari tuffi in mare. Anche dopo aver messo le piume, i piccoli stanno cin i genitori e, come quelli della sterna maggiore, continuano a reclamare il cibo.

Scheda inviata da Chiara, nel forum Aury

 

 

Home      www.naturaearte.altervista.org