Biscia dal collare (Natrix natrix).

Distribuzione: Quasi Tutta L’Europa, a nord fino a circa 67°N in Scandinavia, Finlandia meridionale e urss; assente in alcune isole come ad esempio Irlanda, Baleari. Malta. Creta e alcune Cicladi. SI Trova anche in Africa nordoccidentale e Asia orientale fino al Lago Baikal. Identificazione: Di solito fino a 120 cm inclusa la coda. spesso più piccolo ma occasionalmente arriva a 200 cm. Le femmine diventano più grandi dei maschi. Serpente piuttosto grande, con testa arrotondata, abbastanza ben definita, pupilla rotonda, squame dorsali carenale, di norma in 19 file a metà corpo. Colore molto variabile: molli individui hanno, appena dietro la testa. un collare giallo (o meno comunemente bianco, arancione o rosso), con bordo nero. Colore del corpo verde oliva-grigio. verdastro, verde oliva-marrone o anche grigio metallico con diverse macchie scure e talvolta strisce chiare. Il disegno caratteristico tende a variare da regione a regione come segue:

Gran Bretagna. Francia, Svizzera e Italia centrale. Collare piuttosto pallido, a volte assente negli adulti; di solito barre scure sui fianchi e talvolta dorso punteggiato.

Italia meridionale e Sicilia. Spesso barre sul dorso e sui fianchi. Penisola iberica. Adulti spesso mollo uniformi, senza un collare evidente, Europa settentrionale e nordoccidentale. Collare ben sviluppato, giallo o anche arancione; corpo di solito macchiettalo di scuro. Europa sudorientale e Italia settentrionale. Collare ben sviluppato, spesso corpo macchiettato e fianchi barrati. Molti animali hanno due strisce chiare lungo il dorso.

Abitudini: Principalmente diurno. Nella maggior parte del suo areale è un serpente di aree umide e nel sud (dove arriva a 2400 m di altitudine) di solito si trova vicino all'acqua. Nell'Europa settentrionale, vive soprattutto in pianura ma è meno limitato nella scelta dell'habitat e lo si trova talvolta in boschi completamente aridi, lungo le siepi e nei prati. Nuota bene e a volte caccia in acqua, ma è meno acquatico di N. maura e N. tessellata. Se disturba­to può fischiare e inferire colpi con la bocca chiusa. Morde raramente. Spesso scarica il contenuto fetido della ghiandola anale quando viene afferrato, e può fingersi morto rivoltandosi sul dorso con la bocca aperta e la lingua pensolante. Si mutre principalmente di rane e rospi ma anche di tritoni, girini. pesci, piccoli mammiferi e nidiacei di uccelli.

Variabilità: Oltre alle variazioni di colore sopra elencate, sono molto comuni individui completamente neri.

Specie simili: 1 giovani di SaeHone (Elaphe longissima  p. 174) possono sembrare simili. Più facilmente si confonde con N. maura o N. tessellata. Il disegno caratteristico è spesso doluto per I’identificazione. Oltre a ciò sono utili i seguenti particolari:

I    Narici laterali (non volte verso l'alto).

II Internasali ampie e rettangolari.

III Sette sopralabiali, la terza e la quarta sono a contatto con l'occhio.

IV Di solito19 file di squame dorsali

V  Di solito una preoculare

VI Da due a quattro postoculari.

VII La carenatura delle squame dorsali non è troppo forte e non sempre si estende alla coda.

 

Rettili

www.naturaearte.altervista.org