Diamante mandarino (Taeniopygia guttata)

Classificazione Ordine Passeriformi, famiglia Astrildidi.

Caratteristiche Lungo sui 10 cm, è un uccello molto noto e largamente allevato in cattività; n’esistono molte razze dalla diversa colorazione. Generalmente la colorazione del piumaggio nel maschio è grigio marrone superiormente, becco rossastro, macchia marrone sotto l'occhio bordata di nero lateralmente. Gola e alto petto striato di nero, fianchi marroni macchiettati di bianco, parti inferiori giallognole chiare. La femmina presenta una colorazione più smorta grigiastra, più scura superiormente. Sono note le due sottospecie Taeniopygia guttata castanotis e T. g. guttata.

Ambiente Terreni aperti ed erbosi con alberi e cespugli, campi, pascoli, giardini.

Diffusione Australia.

Vita e abitudini II diamante mandarino è perfettamente adattato ai periodi di siccità che hanno spesso luogo nell'Australia centrale. Ricerche accurate degli ornitologi Cade, Tobin e Gold hanno dimostrato che questa specie può sopportare la sete per settimane e mesi poiché riduce molto la perdita dell'acqua che è in sostanza riassorbita a livello renale e gli escrementi sono molto secchi. Inoltre il diamante mandarino è capace di bere soluzioni di cloruro di sodio che non bevono gli altri uccelli. 

Home esotici

www.naturaearte.altervista.org