Il gabbiano reale nordico (Larus argentatus)

Lunghezza:

Maschio 62 cm

Femmina 58 cm

Peso: 770-1430 g

Uova

Dimensioni: 7,3 x 5,0 cm

Uova deposte per covata: 3

è un gabbiano marino, che nidifica solitamente su scogliere in colonie, occasionalmente in coppie solitarie.

Il becco giallo ha negli adulti una macchia rossa. Il passaggio dal piumaggio giovanile al piumaggio adulto dura 4 anni.

Può essere confuso con il Larus michahellis (secondo alcuni si tratta della stessa specie) dal quale si distingue per il colore delle zampe: rosa nel caso del L. argentatus, gialle nel caso del L. michahellis.
Inoltre il L. argentatus è diffuso in Europa settentrionale e il L. michahellis nel Mare Mediterraneo. Condividono ampi territori (Spagna settentrionale, Francia occidentale, Canale della Manica) a volte solo durante l'estate (Inghilterra meridionale, Germania settentrionale, Polonia settentrionale). In inverno può essere avvistato lungo le coste italiane (soprattutto nell'alto Adriatico) fino alla Sicilia e più difficilmente lungo i corsi d'acqua delle regioni più interne (recenti osservazioni in Piemonte).

Ha due sottospecie:

Larus argentatus argentatus

 

Didascalia2

 

Larus argentatus argenteus

Identificazione

Lunghezza 54-60 cm; apertura alare 123-148 cm (Collins). All’incirca delle stesse dimensioni del nostro G. reale (mediterraneo), si distingue da quest’ultimo per la struttura più tozza, zampe più corte e rosate (alcune popolazioni mostrano però zampe gialle come il GRM), testa generalmente molto striata di bruno d’inverno. Esistono due sottospecie di G. (reale) nordico: argentatus del Nord Europa più grande e massiccia dell’argenteus che occupa l’areale Gran Bretagna, Europa Occidentale. I giovani sono di solito più scuri dei reali mediterranei, ma non è sempre facile distinguere le due specie prima che abbiano acquisito il piumaggio adulto, nel quarto anno di vita.

Habitat

Nidifica a terra o su scogliere, talvolta anche sui tetti delle case. Migratore, d’inverno è abbastanza comune in Nord Italia, mentre in Puglia e nel meridione in generale è alquanto raro, solo poche segnalazioni, anche se potrebbe essere sottostimato proprio a causa della difficoltà di distinguere gli immaturi dai coetanei di GR. Gli adulti tendono a svernare lungo la costa Adriatica da Trieste alle Marche, mentre è ormai certo che alcuni esemplari si rinvengono in inverno (e fino a fine Marzo - primi di Aprile) fra il centro Italia (Toscana) e la Puglia.

Alimentazione

Specie dal comportamento molto opportunistico, deve il suo successo proprio a questa caratteristica, tanto da essere il gabbiano più abbondante in Europa. Trova facilmente cibo nei porti pescherecci, nei campi arati di fresco o coltivati e nelle discariche.