Gatto selvatico Felis silvestris

Caratteri distintivi: lunghezza testa-corpo 47,5-80 cm; coda 26-37 cm; piede posteriore 12-14,5 cm; altezza alla spalla 35-40 cm; peso 5-18 kg. Più grande e più pesante del gatto domestico; sempre a strisce più o meno definite con coda piuttosto corta e con punta smussata. (Il gatto selvatico della Sardegna, distinguibile per la riduzione delle strie sulla nuca e sulle spalle e per la coda, più snella, appuntita e non folta, è più affine al gatto selvatico africano; i gatti selvatici della Corsica e delle Baleari sono anch'essi notevolmente diversi dalle forme continentali)

habitat: terreni boscosi estesi e con varie essenze, alternati con aree aperte cespugliose; inoltre anche nelle steppe boscose.

modo di vita: principalmente notturno, attivo specialmente di primo mattino e a tarda sera; riposa a metà della notte. Corre, si arrampica e salta agilmente; non nuota volentieri. Tana in una cavità tra le rocce, nell'incavo di un albero, in un covo, talvolta tra i cespugli. Fa le fusa e miagola come il gatto domestico, ma più forte. specie simili: i gatti domestici che sono tornati allo stato selvaggio non divengono così grandi ed hanno una coda relativamente più lunga e meno tronca. Linee: più grande, più rossastra, più alta sulle gambe, più o meno macchiata, con coda molto corta. Genetta: molto più piccola, più snella, a macchie, con lunga coda terminante a punta.

 

 

Home      www.naturaearte.altervista.org