Gufo comune (Asio otus) cm 35. Comune in foreste di co­nifere e localmente anche nei boschi cedui. Ha lunghi ciuffi auricolari che solleva verticalmente quando è nervoso. Presenta una colorazione superiormente fulva grigia macchiettata, le parti inferiori sono fulve con larghe strie e sottili barrature, gli occhi sono gialli. Si riconosce dal Gufo reale, perché è più piccolo, e dal Gufo di palude per i ciuffi auricolari più lunghi, per l'habitat differente e per la posizione eretta. Il battito delle ali è accentuato, ma lento. Al di fuori del periodo di riprodu­zione s’incontra anche in piccoli gruppi.

E’ generalmente silenzioso, tranne che in prossimità del nido, dove emette vari e bassi « u-u », alternati a fischi e bubbolii.

Diffusione Europa. Asia, Africa  settentrionale e America settentrionale.

Vita e abitudini: nidifica nelle cavità degli alberi, nei vecchi nidi abbandonati, nei nidi di scoiattoli, raramente sul terreno. Depone generalmente una covata, costituita da 4-5 uova (più raramente 3-8) che sono incubate generalmente dalla femmina per un periodo di 25-30 giorni. I nidiacei, nidicoli, sono nutriti dalla femmina con il cibo procurato dal maschio e lasciano il nido all'età di 23-24 giorni. Il gufo comune si nutre di piccoli mammiferi, uccelli, invertebrati.

 

 

Home      www.naturaearte.altervista.org