Merlo dal collare (Turdus torquatus)

Classificazione Ordine Passeriformi, famiglia Turdidi.

Caratteristiche Lungo sui 24 cm. Il maschio adulto presenta un piumaggio caratteristico, la colorazione è nera opaca uniforme con una banda pettorale bianca. La femmina è più bruna, con l'orlatura chiara delle penne, il collare è più stretto sfumato di bruno. Dopo la muta autunnale, il piumaggio del maschio presenta l'orlatura delle piume biancastre; una macchia grigiastra è presente sulle remiganti, visibile quando l'uccello è in riposo. Gli individui giovani mancano del collare e sono grigiastro brunastri con le parti inferiori macchiettate e striate di biancastro e bruno scuro.

Ambiente Brughiere, colline, zone rocciose montane, pianure.

Diffusione Europa, Asia centrooccidentale, Africa nordoccidentale.

Vita e abitudini Nidificano sugli alberi, tra i cespugli, luoghi rocciosi. Depone generalmente 2 covate, costituite usualmente da 4-5 uova (più raramente 3-6) deposte ad intervalli giornalieri. L'incubazione è eseguita da entrambi i sessi e dura 13-14 giorni circa. I nidiacei, nidicoli, restano nel nido per 13-14 giorni circa. Il merlo dal collare si nutre prevalentemente d’invertebrati (vermi, insetti, molluschi) e di sostanze vegetali (bacche, frutti) nel periodo autunno-invernale.

Durante la migrazione si mescola ad altri tordi; ha una voce schioccante  e quando è fatto alzare in volo emette una nota d’allarme simile a quella del merlo. Canta posato allo scoperto. Il canto è di solito uno squillante <<tiù-tiù-tiù>>, che assomiglia a quello del tordo bottaccio ma più monotono e intercalato da breve chioccolare. 

Home      www.naturaearte.altervista.org