Passera mattugia (Passer montanus)

Classificazione Ordine Passeriformi, famiglia Ploceidi.

Caratteristiche: lunga sui 14 cm, il vertice e la nuca sono brunastri chiari, le parti superiori del piumaggio sono brunastre, con alcuni tratti neri. I lati della testa e del collo sono bianchi con una caratteristica macchia auricolare nera. Il mento e la gola sono neri. Le parti inferiori sono bianche sfumate di grigiastro. Il becco è nero in estate, bruno con la base giallastra in inverno, le zampe sono color bruno pallido. Gli individui giovani somigliano agli adulti, ma la gola e la macchia auricolare sono grigio nerastre. L’abito è simile in entrambi i sessi.

Ambiente In zone più rurali del passero domestico, zone coltivate o incolte.

Diffusione Europa, Asia. Introdotta in alcune località dell'Asia sud orientale. America settentrionale e Australia.

Vita e abitudini nidificano in cavità d’alberi e di muri, dove costruisce un nido rozzo, arrotondato, fatto di sostanze vegetali.

Depone 2 o 3 covate, costituite generalmente da 4-6 uova (più raramente da 2-9) che sono incubate da entrambi i sessi per un periodo di 11-14 giorni circa. I nidiacei, nidicoli, sono allevati da entrambi i genitori e restano nel nido per 12-14 giorni circa. L'alimentazione è costituita da semi, grano, invertebrati vari (insetti, ragni). La voce assomiglia a quella della passera oltremontana, ma è più acuta è più stridula.

  

Home      www.naturaearte.altervista.org