Passera oltremontana (Passer domesticus)

Classificazione Ordine Passeriformi, famiglia Ploceidi.

Caratteristiche Lungo sui 15 cm, il maschio presenta il vertice scuro (nella sottospecie presente in Italia Passer domesticus italiae, da alcuni studiosi ritenuta una specie a sé, il vertice è castano), nuca castana, gola nera e guance biancastre. Il piumaggio superiormente presenta una colorazione grigio-brunastra con più castano sulle ali, ove è presente anche del biancastro, sui fianchi vi è del rossastro e del grigiastro sfumato. Il becco è nero in estate, bruno giallastro in inverno, le zampe sono color bruno pallido. La femmina manca del nero sulla gola e il piumaggio in genere è più uniforme e brunastro, il <<sopracciglio>> color camoscio.

Ambiente, zone coltivate, abitazioni, città.

Diffusione Europa, Asia, Africa nordoccidentale. Introdotto nelle Americhe, nell'Africa meridionale, in Australia, in Nuova Zelanda e in alcune isole oceaniche.

La Passera d’Italia (Passer domesticus italiae) il cui maschio si riconosce grazie al vertice nocciola e alle guance molto chiare, vive nella penisola italica, in Corsica e a Creta.

Vita e abitudini, Gregaria, Nidifica in nidi caratteristici, posti generalmente in cavità o sugli alberi, tondeggianti fatti di sostanze vegetali. Depone tre covate, costituite generalmente da 3-5 uova (più raramente fino a 8) che sono incubate dalla femmina, appena finita la deposizione, per un periodo di 11-14 giorni. I nidiacei nidicoli, sono alimentati dai genitori principalmente con insetti e restano nel nido per 15 giorni circa. La voce e il canto consistono di un certo numero di monotoni cinguettii.

  

Home      www.naturaearte.altervista.org