Pettirosso (Erithacus rubecula)

Classificazione Ordine Passeriformi, famiglia Turdidi.

Caratteristiche Lungo 13,5 cm, pesa in media 16 grammi. I sessi sono simili e presentano le parti superiori di color verde oliva, il petto di color arancione e il ventre bianco. I giovani sono di color bruno con macchie e striature rossicce e fulve.

Ambiente Molto comune nei Boschi, parchi, campagne alberate con vegetazione arbustiva.

Diffusione Europa, Asia minore.

Vita e abitudini, sono una specie piuttosto eclettica nella scelta dell'habitat e in inverno frequenta anche i canneti delle zone paludose e i prati. Il nido è costruito dalla femmina fra gli arbusti, le radici degli alberi e nelle cavità delle rocce negli ambienti del bosco. Esso consiste in una coppa di materiali vegetali, piume e crini. Ogni anno sono deposte due o tre covate, ciascuna delle quali consiste di 5-6 uova (da 3 a 9) che sono incubate esclusivamente dalla femmina per 12-15 giorni. I nidiacei, nidicoli, nutriti da entrambi i genitori, volano all'età di 12-15 giorni. Il cibo è costituito da insetti, altri invertebrati, bacche e semi (queste ultime soprattutto in inverno). I pettirossi mostrano uno spiccato comportamento territoriale anche fuori del periodo della riproduzione. Una frequente postura d’aggressività consiste nel rizzare la coda. Allargare le ali e mettere bene in mostra la vivace colorazione del petto. I giovani sono picchiettati e anno come segno distintivo la coda marrone. Muove frequentemente le ali e la coda, ed è spesso molto domestico. La voce è un persistente e ripetuto <<tic>>. Canta posato vicino al suolo. Il canto è una serie di veloci e acute note gorgheggianti, che iniziano in modo sommesso.

 

 

Home      www.naturaearte.altervista.org