Strillozzo (Emberiza calandra)

Classificazione Ordine Passeriformi, famiglia Emberizidi.

Caratteristiche Misura 18 cm di lunghezza e pesa in media 60 grammi (il maschio è leggermente più grande della femmina). Il piumaggio delle parti superiori è di color ocra con striature scure; quello delle parti inferiori è di color bianco sporco con macchie nere. I giovani sono in pratiche simili agli adulti.

Ambiente campagne coltivate, terreni incolti e alberati.

Diffusione Africa settentrionale. Europa e Asia occidentale.

Vita e abitudini II nido è posto sul terreno fra l'erba folta e i cardi, talvolta nei cespugli, e consiste in una coppa di steli d'erba, crini e piccole radici. Di solito sono allevate 1 o 2 covate ogni anno (raramente 3). La covata è di 4-6 uova (da 1 a 7) incubate esclusivamente dalla femmina per 12-14 giorni. Essa si prende cura della prole, nidicola, che vola all'età di 12 giorni circa, con la saltuaria collaborazione del maschio di cui è stata accertata la poligamia. Lo strillozzo si nutre di semi di piante erbacee e cereali e d’insetti (questi ultimi sono importanti nell'alimentazione dei nidiacei). Nella parata nuziale il maschio canta in volo, prima di lasciarsi cadere presso la femmina e di inscenare una danza con le ali pendenti e vibranti e la coda distesa. Questa specie in alcune zone mostra un comportamento migratorio, in altre stazionario.

 

 

Home      www.naturaearte.altervista.org