Taccola (Corvus monedula) cm 33. Molto comune in vecchi boschi aperti, villaggi, città e vicino a fattorie. Segni distintivi sono il piumaggio nero, con nuca e guance grigie. Cam­mina eretta, muovendo la testa avanti e indietro. La forma del capo è caratterizzata dall'ampia fronte. I suoi stormi a volte, d'inverno, si possono confondere con quelli dei Piccioni, ma battono le ali arrotondate più lentamente e lo stormo stesso è meno compatto. Spesso volteggia facendo anche acrobazie aeree. Il volo è forte e agile, il comporta­mento sociale. A volte gli stormi si uniscono in natura a Corvi, Cornacchie e Storni. Nidifica in colonie nelle cavità degli alberi o sugli edifici. La voce è un acuto e nasale «giak», ripetuto frequentemente.

 

 

Home      www.naturaearte.altervista.org