Totano moro (Tringa erythropus)

Classificazione Ordine Caradriformi, famiglia Scolopacidi.

Caratteristiche Lungo sui 30 cm. Nell'abito nuziale č inconfondibile: presenta infatti un piumaggio nero con delle spruzzature bianche sulle parti superiori, il groppone bianco copre gran parte del dorso. Le zampe sono rosse (in inverno color arancio). Nell'abito invernale il totano moro č simile alla pettegola, ma presenta un colore grigio pių uniforme č pių chiaro, il becco sottile e pių lungo, la mancanza del bianco sulle ali in volo e le zampe pių lunghe che, in volo, sorpassano abbastanza la coda. Talvolta si nota posato su rami, cespugli o pali. In genere si vede da solo o con pochi altri esemplari.

Ambiente Zone aperte e umide delle foreste di conifere nordiche, laghi, paludi, zone umide costiere.

Diffusione Piuttosto comune, in Europa e Asia.

Vita e abitudini Nidifica in depressioni del terreno tra il muschio, nelle paludi e nei prati delle regioni settentrionali ricche di foreste, rivestendo il nido con aghi di pino, erbe e foglie secche. Sverna lungo le spiagge, in paludi e acquitrini.

Depone generalmente 4 uova (pių raramente 3) che sono incubate prevalentemente o solo dal maschio. I nidiacei. nidifugi, sono allevati da entrambi i genitori, anche se la femmina presto li abbandona. Emette un caratteristico e forte "ciuitt" o "tuiuitt". Si nutre di insetti, molluschi, crostacei, ecc.

 www.naturaearte.altervista.org