Zigolo boschereccio (Emberiza rustica) cm 14. Piuttosto co­mune al limite delle foreste e delle macchie più umide. Abita anche zone più aperte in autunno e inverno. È un raro visitatore autunnale e primaverile dell'Europa occidentale; il maschio è riconoscibile in livrea estiva per il capo a disegni bianchi e neri, mentre nelle altre livree si distingue dagli altri Emberiza per la faccia pettorale e i fianchi color ruggine e il disegno marrone del capo. Viene Facilmente confuso con la femmina e il giovane del Migliarino di palude che però hanno il petto e i fianchi macchiati di nerastro, invece che color ruggine, I « mustacchi » sono meno netti nelle femmine e nei piccoli. Spesso solleva le penne del vertice. La voce è un secco e breve «tick»; il canto è vario, ma di solito piuttosto breve e simile a quello della Passera scopaiola.

 

 

Home      www.naturaearte.altervista.org